Home > News > Facebook assume ex ingegneri Apple per realizzare il primo Facebook Phone

Facebook assume ex ingegneri Apple per realizzare il primo Facebook Phone

Dopo aver proceduto all’acquisto del noto software Instagram per garantirsi il controllo del panorama social mondiale, circolano voci sempre più insistenti sulla possibilità che Facebook, il colosso dei social network, entri a breve nel mercato dei terminali mobili, progettando e realizzando un proprio dispositivo.

Il The New York Times ha alimentato queste voci con un report che afferma che Facebook starebbe pianificando di lanciare, entro l’anno prossimo, uno smartphone interamente progettato dall’azienda di Palo Alto. Per raggiungere il suo obiettivo, oltre ai suoi migliori elementi, Facebook avrebbe già assunto un discreto numero di ingegneri che avrebbero lavorato in precedenza per la realizzazione di iPhone e iPad presso Apple.

“La compagnia ha già assunto più di mezza dozzina di ingegneri del software e dell’hardware che hanno già lavorato in Apple sui progetti di iPhone, ed uno che ha lavorato sul progetto dell’iPad.”

Quello attuale sembra essere il terzo tentativo da parte di Facebook di realizzare uno smartphone. I precedenti tentativi sono stati accantonati dopo aver riscontrato diverse problematiche a livello tecnico. Ora Facebook sta cercando di assumere ingegneri con esperienze già acquisite nel campo dei dispositivi mobili in modo da poter completare il progetto di pianificazione e realizzazione del prodotto.

Facebook, inoltre, ha un interesse naturale nel vendere smartphone. La compagnia, infatti, ha già sviluppato alcune applicazioni mobili per iOS ed Android molto popolari, ma ha uno scarso controllo su queste piattaforme. Ecco, infine, come si è espresso a riguardo un impiegato di Facebook:

“Mark è preoccupato dal fatto che se non riescono a realizzare uno smartphone nel prossimo futuro, Facebook diventerà semplicemente un’applicazione su altre piattaforme mobili.”

Fonte

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...