Home > News > Qualcomm Snapdragon 200 e 400: nuove CPU per device di fascia media e bassa

Qualcomm Snapdragon 200 e 400: nuove CPU per device di fascia media e bassa

snapdragon-595x334

Qualcomm è tra i chipmaker più gettonati nella fascia alta della categoria smartphone, i suoi S4 (dual e quad-core) sono stati adottati da quasi tutti i top di gamma, che siano Android o Windows Phone, ma ancora più ambiti sono i nuovissimi processori 600 e 800. Entrambi promettono un salto prestazionale importante e già LG e HTC hanno deciso d’integrarli rispettivamente nell’Optimus G Pro e One.

Questa è la tendenza per i tablet e smartphone più costosi, ma non mancano di certo le nuove soluzioni dirette ad un’altro tipo di utenza: Qualcomm li aveva resi noti nel corso del CES 2013, ma soltanto ieri ha ufficializzato i nuovi processori Snapdragon 200 e 400,dedicati a device di fascia media ed entry level.

Si completa per il momento il quadro di questo 2013 per Qualcomm, di gran lunga la più lanciata verso la leadership nella produzione di chip per smartphone e tablet; Snapdragon 800, 600, 400 e 200 dovrebbero coprire tutta l’offerta mobile disponibile, andando anche oltre viste le potenzialità dei due SoC più ambiti capaci di gestire agevolmente un sistema multimediale con video 4k e audio 7.1.

Snapdragon 400

Lo vedremo sia su smartphone che su tablet, tra le caratteristiche generali abbiamo buone performance e basso dispendio di energia; sarà disponibile in due diverse versioni, dual-core (Krait) e quad-core (Cortex-A7), entrambe a 28nm:

  • CPU dual Krait con frequenza fino a 1.7GHz per core, Asynchronous Symmetric Multiprocessing (aSMP), estremamente efficiente
  • CPU Quad ARM Cortex-A7 con frequenza fino a 1.4GHz per core, ottime performance per device entry level

Entrambe sfoggiano la GPU Adreno 305, la stessa presente in molti Windows Phone 8 come HTC 8S, Nokia Lumia 620, Huawei Ascend W1 e anche HTC One SV (Android). Tra le sue caratteristiche abbiamo pieno supporto ai giochi 3D, web browsing e rapidità di esecuzione delle UI.

Per la connettività abbiamo il supporto alle reti  TDSCDMA, DC-HSPA+ (42Mbps), 1x Advanced e W+G CDMA, oltre ai device dual-SIM.  Sia le RAM LPDDR2 che le LPDDR3 sono ben accette, non manca anche Miracast e capacità di gestione di sensori fotografici fino a13MP. Con gli Snapdragon 400 sarà possibile acquisire e riprodurre filmati full HD a 1080p.

Snapdragon 200

Le performance sono garantite anche in questa fascia bassa, se così la vogliamo chiamare visto che siamo davanti a SoC quad-core. Per gli Snapdragon 200 si è utilizzati gli ARM Cortex-A5 ma con processo produttivo a 28nm, in che significa un giusto equilibrio tra prestazioni e consumi energetici, confermati dalla casa. Il target di riferimento saranno i device di fascia entry level. Vediamo nel dettaglio:

  • CPU Quad ARM Cortex-A5 con frequenza fino a 1.4GHz per core
  • Hexagon QDSP5
  • GPU Adreno 203 
  • RAM LPDDR 2
  • HD video playback
  • CDMA multimode/UMTS modem
  • High-accuracy GPS
  • Multi-SIM 
  • Up to 8 Megapixel camera support

La sfida è adesso a tutto campo, vedremo i primi prototipi (o forse già i primi device) di Snapdragon 400 e 200 durante il Mobile World Congress della prossima settimana

Fonte

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...