Home > News > HTC accusata di aver utilizzato i microfoni HAAC di HTC One senza l’autorizzazione di Nokia

HTC accusata di aver utilizzato i microfoni HAAC di HTC One senza l’autorizzazione di Nokia

htcnokiainjunction

Nokia torna all’attacco di HTC, accusata di aver integrato in HTC One i microfoni HAAC che consentono di acquisire audio indistorto a livelli sonori molto elevati. Le accuse del produttore finlandese si sono tradotte prontamente in un provvedimento della corte distrettuale di Amsterdam che ha emesso un’ingiunzione preliminare nei confronti di HTC per impedire l’integrazione di tali microfoni nei prodotti dell’azienda taiwaenese. Una provvedimento che, ci auguriamo, non abbia conseguenze sulla commercializzazione di HTC One.

La premessa della vicenda è sintetizzata dalla foto in apertura: HTC One e il Nokia Lumia 920 non utilizzano microfoni HAAC simili, ma utilizzerebbero il medesimo componente. Per comprendere sino in fondo la nuova diatriba attivata da Nokia, bisogna citare anche ST Microelectronics, il produttore che concretamente ha realizzato i microfoni sulla base di un accordo esclusivo con Nokia sottoposto ad NDA. 

 

In altri termini HTC non avrebbe potuto, stando alle accuse di Nokia, utilizzare i microfoni senza il suo consenso. Ancora da chiarire la dinamica della vicenda che potrebbe essere scaturita da un’inadempienza di ST Microelectronics rispetto agli obblighi dell’accordo con Nokia.

Nokia afferma che la tecnologia HAAC è stata sviluppata in esclusiva per l’integrazione nei suoi prodotti Nokia e sottolinea che, mentre la produzione è stata portata avanti da ST Microelectronics, l’invezione di tali microfoni è una sua invenzione.

Nel comunicato stampa Nokia continua a ribadire le persistenti violazioni dei brevetti Nokia da parte di HTC che in altre occasioni è stata chiamata in causa dal produttore finlandese in USA, Germania e nel Regno Unito.

HTC ha commentato la vicenda in questi termini:

HTC è delusa dalla decisione. Stiamo valutando se avrà un impatto sul nostro business e valuteremo immediatamente soluzioni alternative

Ci auguriamo che la vicenda possa risolversi tempestivamente per il produttore taiwanese e senza alcun impatto negativo sulla distribuzione di HTC One.

Fonte

Categorie:News Tag: , , , , ,
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...