Home > News > HTC One X: JB Firmware Easy flasher, il tool che semplifica l’installazione delle nuove ROM Jelly Bean con Sense+

HTC One X: JB Firmware Easy flasher, il tool che semplifica l’installazione delle nuove ROM Jelly Bean con Sense+

Nella community si moltiplicano le custom ROM per HTC One X  basate sulle Jelly Bean e Sense 4+. Tali ROM richiedono una procedura piuttosto articolata per essere installate correttamente, comportando la modifica dell’HBOOT. I passaggi necessari prevedono il ritorno alla ROM stock, il blocco del bootloader, l’aggiornamento dell’HBOOT e il sucessivo sblocco del bootloader per poi procedere all’installazione della recovery custom e della nuova ROM. “Jelly Bean Firmware Easy flasher” è un tool che semplifica le operazioni descritte, rendendonon più indispensabile ritornare alla ROM stock o installare la RUU e automatizzando gran parte della procedura. Premettendo che le operazioni descritte di seguito sono riservate esclusivamente ad un pubblico esperto di modding, scopriamo insieme in cosa consistono.

Per compiere l’aggiornamento ad una delle recenti custom ROM JB che comportano l’aggiornamento dell’HBOOT si può utilizzare l’utile tool che, in sintesi, effettua le seguenti operazioni:

  • Controlla il CID (ricordiamo che non tutti gli HTC One X possono supportare le nuove ROM JB)
  • Blocca il Bootloader
  • Aggiorna il firmware JB, incluso l’HBoot 1.28 con l’ultimo aggiornamento di poche ore fa
  • Sblocca il Bootloader
  • Effettua il flash della recovery custom CWM
  • Effettua il flash del boot.img

Le operazioni preliminari richiedono:

  • Il download di una della nuove ROM JB (ved. elenco a fine pagina)
  • Il file boot.img della rispettiva custom ROM
  • Il file Unlock_code.bin. Tale file è quello che viene inviato tramite da HTC dopo lo sblocco dello smartphone effettuato presso il sito di HTCDev. Qualora non fosse più reperibile (consigliamo di effettuare una ricerca accurata nella posta in arrivo con la key HTCdev) si dovrà rieseguire la procedura di sblocco.

Compiute tali operazioni, si potrà scaricare il tool da questo indirizzo e, successivamente:

  • Collocare la ROM JB nella memoria dello smartphone (la SD virtuale)
  • Scompattare sul PC il file zip del tool JBFWFlasher precedentemente scaricato
  • Collocare nella cartella JBFWFlasher del PC il file boot.img e quello Unlock_code.bin
  • Lanciare l’eseguibile JBFWFlasher.bat
  • Seguire le restanti informazioni a schermo

Onde evitare incomprensioni, la cartella JBFWFlasher dovrà essere così articolata:

Dopo aver avviato il file JBFWFlasher, una prima schermata riassumerà le operazioni descritte in precedenza, chiederà di avviare il device in modalità fastboot, di tenerlo collegato al PC e di dare inizio alla procedura:

La procedura si porta a termine in un tempo veramente contenuto e si articola in una serie di passaggi, la maggior parte dei quali automatici, che vengono descritti in maniera dettagliata prima del successivo step. La procedura termina con l’indicazione di riavviare il device in modalità recovery e di flashare, infine, la ROM Jelly Bean, così come avviene con le tradizionali custom ROM.

Abbiamo personalmente utilizzato il tool con il nostro HTC One X e la custom One maXimus 4.1 che abbiamo aggiornato alla nuova release 4.2 con HBOOT differente (1.28). L’operazione è stata posta in essere in pochi minuti, senza alcun tipo di problema, velocizzando indubbiamente i passaggi necessari con la procedura “tradizionale”. Il flash della nuova one maXimus è andato a buon fine e non resta, quindi, che iniziare ad utilizzarla:

Ovviamente, il tool si può utilizzare con tutte le nuove custom ROM JB che richiedono l’aggiornamento dell’HBoot. A seguire la lista completa:

Concludiamo ringraziando l’autore del tool che lo ha condiviso con la community e rimandiamo al topic ufficiale ad esso dedicato presente presso XDA.

Chiariamo, per finire, che, per quanto da noi testato personalmente, il tool, come tutti gli altri strumenti di modding, è potenzialmente in grado di produrre dei danni al device se non correttamente utilizzato. Nel caso non siamo responsabile di eventuali danni o malfunzionamenti determinati seguendo la presente guida che, come sempre, si rivolge ad un pubblico esperto di modding e consapevole dei rischi connessi.

Fonte

Categorie:News Tag: , , , , , ,
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...